Come ridurre e trattare i segni del tempo sul viso: 4 soluzioni per te

Quando si parla dei segni del tempo che passa si fa riferimento alle rughe che si presentano sul viso per colpa del progressivo cedimento cutaneo. Con gli anni, la pelle perde la sua elasticità e cade verso il basso piegandosi in alcuni punti, soprattutto sulla bocca, attorno agli occhi e sulla fronte. Ci sono diversi rimedi per attenuare questo processo e trattare le rughe.

L’idratazione

La pari cosa da fare per le rughe del viso è idratarsi. Perché la pelle non perda il suo naturale tono è bene idratarla con prodotti specifici. Inoltre, per idratazione si intende anche bere molta acqua e anche succhi, magari preparati con la centrifuga /estrattore, ricchi di benefiche vitamine.

La ginnastica facciale

Si sono diversi movimenti che si possono fare per contrastare la caduta del derma e rendere il viso più tonico. Questi esercizi, molto semplici da fare la sera allo specchio, si chiamano ginnastica facciale. È utile per ridurre le rughe e contrastare il progressivo rilassamento del derma dovuto all’invecchiamento cellullare.

I massaggiatori

Ci sono moltissimi gadget dedicati al trattamento delle rughe del viso. Si chiama massaggiatori o roller e sono degli strumenti da passare sulla pelle del viso dal basso verso l’alto per tenderla. La superfice del roll è ricca di protuberanze che hanno lo scopo di migliorare la microcircolazione superficiale e portare via gli elementi di scarto.

La chirurgia plastica

L’unico modo che siete per eliminare, non solo trattare, i segni d’espressione e le rughe è la chirurgia. L’intervento che il chirurgo plastico Roma consiglia è il lifting facile che prevede di tendere la pelle ed eliminare il lembo in eccesso che cade. Il chirurgo plastico Roma procede incidendo lunga l’attaccatura dei capelli fino alla nuca. Dopo scolla la pelle dal tessuto sottostante, che forse avara bisogno di esser rinsaldato al suo posto. La pelle si tira e si toglie quella in eccesso eliminando ogni ruga, e ritrovando un ovale ridefinito, più giovane anche di 10 anni.