I plotter sono tra le soluzioni migliori per chi si occupa di decorazione digitale. Qui di seguito proveremo a capire meglio perché e soprattutto cosa rende un buon plotter il miglior plotter per decorazione digitale. Come delle altre stampanti professionali, infatti, anche di plotter si trovano ormai in commercio tipologie e modelli molto differenti e in grado di soddisfare le più svariate esigenze.

I vantaggi e come scegliere il plotter per la decorazione digitale

Realizzare una decorazione a stampa su una borsa, un paio di scarpe o qualsiasi altro accessorio moda richiede decisamente più precisione di quanta ne richieda stampare materiale informativo o altre tipologie di documenti: su un elemento decorativo, infatti, imprecisioni e difetti di stampa si notano subito e rischiano di annullarne il pregio. L’alta resa di stampa dei plotter è la prima caratteristica che li rende particolarmente adatti alla decorazione digitale. Un’altra caratteristica chiave in questo senso è la possibilità che molti plotter digitali di ultima generazione garantiscono di stampare su un gran numero di materiali diversi come – va da sé – carta di diverse grammature, stoffa, materiali plastici, legno, vetro: un vantaggio non da poco se si considera che la decorazione digitale, poco costosa e facilmente realizzabile anche in poco tempo, spopola ormai nelle industrie più diverse. Persino pannelli divisori in legno o in vetro vengono decorati oggi con la stampa digitale e questo esempio rende evidente un altro dei principali vantaggi nell’uso dei plotter per la decorazione digitale: si riesce a stampare anche su superfici molto grandi, grazie a pannelli di stampa wide format o a pannelli di stampa reclinabili.

Scegliere il giusto plotter digitale tra i tanti che, come si accennava, sono ormai disponibili online e in catalogo alle ditte che si occupano di sistemi di stampa professionale, fa la differenza. I migliori plotter la decorazione digitale hanno innanzitutto un’alta risoluzione (indicata nella scheda tecnica da un alto valore del DPI) o, in alternativa, una risoluzione di stampa regolabile modificando il getto di inchiostro delle testine. Molto fanno, in termini di resa di stampa, anche la tecnologia del plotter e le configurazioni cromatiche supportate. I plotter base acqua garantiscono, per esempio, una qualità di stampa fotografica e risultano per questo più indicati per la decorazione digitale rispetto ai plotter che stampano con comuni inchiostri. Tra i modelli di plotter digitali più recenti ce ne sono, però, che supportano coloranti innovativi come i nanocoloranti che risultano particolarmente adatti per la stampa decorativa perché sono più vividi e hanno una durata maggiore. La maggior parte dei plotter più recenti, ancora, stampano almeno in esacromia, ma ci sono plotter che supportano configurazioni di colore personalizzate e risultano per questo particolarmente adatti per la decorazione digitale, specie se per la stessa si utilizzano palette di colori inconsuete. I plotter multifunzione consentono di stampare su materiali diversi, ottenendo in ogni caso buoni risultati. I plotter con cassetto vengono sfruttati soprattutto per la decorazione digitale di oggetti dalle forme irregolari (accessori moda, suppellettili, eccetera). Da non sottovalutare, se l’obiettivo è ottenere buoni risultati e rendere più efficienti i processi di decorazione digitale, è infine il software (o rip) di stampa supportato: oltre che facile da utilizzare, deve essere compatibile almeno con i principali sistemi operativi e programmi di grafica.

Di Editore