Pressione della caldaia: come si controlla, qual è il giusto valore e come regolarla

Perché una caldaia funzioni alla perfezione è necessario che la pressione abbia un certo valore. Vediamo in questa brevissima guida come si controlla la pressione, qual è il giusto livello e come alzarla o abbassarla in base ai casi.

Come si controlla la pressione

Per controllare la pressione, il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Ferroli Roma controlla l’apposito indicatore posto nella parte davanti della caldaia. Nei nuovi modelli non c’è più questo indicatore con lancetta, ma il valore è riportata nel display. Solitamente, è sufficiente schiacciare il pulsante più volte fino a quando non si arriva alla pressione.

Qual è il giusto livello

Perché la caldaia funzioni alla perfezione è necessario che la pressione abbia un valore compreso tra 1 e 2 bar. L’ideale sarebbe 1,2 – 1,5 bar ma è normale che il valore subisca delle piccole variazioni.

Come regolarla

Se la pressione non ha un valore corretto, il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Ferroli Roma interviene per regolarla. Se la pressione è troppo bassa, non esce acqua calda dal rubinetto e i caloriferi non si scaldano.  Il tecnico deve aggiungere acqua nel circuito. È sufficiente aprire il rubinetto apposito posto nella parte sottostante della caldaia. È facile che un problema di questo tipo sia dovuto a delle perdite che vano quindi individuate e riparate con la semplice applicazione di nuove guarnizioni.

Se la precisone è troppo alta, il tecnico può agire sfiatando i termosifoni. Ogni calorifero ha una valvola che si apre facilmente con le mani. È necessario far uscire tutta l’aria e il vapore acqueo presente nel calorifero. La presenza di vapore nel circuito dei caloriferi impedisce la corretta distribuzione dell’acqua calda e i termosifoni non sono caldi come dovrebbero. Non appena esce acqua, si deve subito richiudere. È meglio  tenere un contenitore vicino alla valvola di sfiato per evitare che l’acqua che esce bagni il pavimento.  L’operazione di sfiato dei caloriferi sarebbe da fare sempre prima dell’accensione periodica del sistema di riscaldamento.