La pressione della caldaia è uno di quei valori fondamentali che permettono alla caldaia di funzionare correttamente. Per tale motivo, la verifica della pressione della caldaia è uno di quei servizi sempre inclusi durante una revisione periodica. Diventa fondamentale tenere sotto controllo la pressione per garantire un apparecchio efficiente. Nel momento in cui la pressione è superiore al limite massimo di due bar, si verificano alcuni disguidi che è importante saper riconoscere per porvi immediatamente rimedio, evitando disagi di varia natura.

Che cosa succede se la pressione della caldaia è troppo alta

Nel momento in cui il livello della pressione dovesse essere troppo alto, esistono alcuni piccoli segnali spia da non ignorare. Il tutto sta nel saper riconoscere quali sono poiché individuali prima del tempo è la soluzione che permette di evitare ogni disguido. Se la pressione dovesse essere al più alta di tre bar quando la caldaia è accesa,si mette in funzione un sistema che fa uscire un po’ di acqua per abbassarla. Questo significa che è possibile notare un po’ di acqua che esce dalla caldaia. Inoltre, potrebbero verificarsi delle piccole perdite di acqua anche dai radiatori. Nelle caldaie di ultima generazione a condensazione, si può notare una produzione eccessiva di condensa che in realtà è acqua calda che viene espulsa dal sistema.

 

Come abbassare la pressione della caldaia da sé

Dopo aver capito che cosa succede nel momento in cui la pressione della caldaia dovesse essere troppo alta, è importante dare alcune informazioni sul da farsi. La prima cosa è semplicemente sfiatare i termosifoni cioè aprire la valvola di sfiato in cima alla calorifero per far uscire, anzitutto, un po’ di condensa che può formarsi nel corso del tempo. In secondo luogo, si può far uscire anche un po’ di acqua.

Fatto ciò non resta che controllare il manometro che misura la pressione della caldaia. Se l’operazione non dovesse aver prodotto effetti o la situazione si ripresentasse puntuale, meglio far riferimento a un valido tecnico della caldaia. Per prendere subhjnnito un appuntamento, clicca qui www.tecnicocaldaiaroma.it

Di Editore